I sionisti mi han portato via tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di littletoni, la moglie... mi hanno ammazzato anche il maiale! E c'erano tanti maiali liberi, nella libera terra islamica di Palestina, prima che arrivassero i sionisti a massacrarli, grufolavano liberi e selvaggi...

lunedì 30 marzo 2015

L'antisemitissimo. Tema

L'antisemitismo e' una invenzione dei mezzi di stampa e di comunicazione che vogliono fare stare zitto chi critica Israele e le religioni, cosi' ci ha spieghato il Maestro Leonardo. 
Succede che chi cerca di difendere i bambini di Gaza si trova ad essere accusato di commettere lo psicoreato di antisemitismo e poi va sull'internet e i sionisti lo attaccano. 

stei iumanne

domenica 29 marzo 2015

Leggo che gli ebrei che vivono in Europa hanno molta paura di attentati alle loro sinagoghe. Beh io qui devo dire una cosa molto laica e molto di sinistra, che oggi non dice quasi piu' nessuno. E' giusto cosi', e' giusto che gli ebrei imparino sulla loro pelle come vivono male i palestinesi. E poi suvvia, sono ebrei, sono ricchi, potenti e privilegiati, si parla sempre del loro Olocausto e mai proprio mai delle sofferenze dei palestinesi,  mica possono pensare di essere innocenti!
stei iumanne

sabato 28 marzo 2015

Ma io non sono antisemita

Voglio che gli ebrei diventino minoranza in Israele,  ma questo non fa di me un antisemita.
Per me gli ebrei se ne devono andare dalla Palestina,  ma questo non fa di me un antisemita.
Disegno caricature di ebrei col naso adunco,  ma questo non fa di me un antisemita.
Per me i terroristi palestinesi hanno sempre ragioni da comprendere, ma questo non fa di me un antisemita.
Sostengo che gli ebrei sono dei privilegiati, ma questo non fa di me un antisemita.
Dico che gli ebrei hanno troppo potere, ma questo non fa di me un antisemita.
Israele protegge gli ebrei, io sono contro Israele, ma questo non fa di me un antisemita.
Sono contrario al diritto degli ebrei a uno Stato, ma questo non fa di me un antisemita.
Sono stufo di chi parla della Shoah, ma questo non fa di me un antisemita.
Distruggo sinagoghe,  ma questo non fa di me un antisemita.
Io uccido degli ebrei, ma questo non fa di me un antisemita.

venerdì 27 marzo 2015

L'anti semitismo. Tema.

Oggi il Maestro Leonardo ha spiegato che il antisemitismo delle periferie franciose non esiste perche' se davero fosse antisemitismo alhora i antisemiti se la prenderebbero con i semiti che sono gl'arabi. Se poi qualcheduno attacca sinagoghe, accoltella ebrei e spara su scuole ebraiche, sara' che gli ebrei hanno fatto qualcosa, per esempio in Palestina che rubano l'aqua ai contadini della Galilea, piantiamola con questa ridicula acusa di ntisemitismo che nemeno voi sapete cosa e', ecco

stei iumanne

giovedì 26 marzo 2015

Il antisemitismo

Tema - Il antisemitismo
Oggi il Maestro Leonardo ci ha spiegati che non bisogna mica credere a tutto quello che si dice in giro su la Francia che sarebe piena di antisemiti, e' tutta una schusa per poter bonbardare l'Iran, perche' l'antisemitismo e' rassismo contro gli ebrei ma se gli ebrei non sono una rassa, che casso di rassismo e', lo vedete che e' tutto un giocho delle tre carte.
stei iumanne.

mercoledì 25 marzo 2015

L'antisemitismo. Tema

L'antisemitismo. Tema. I sionisti sono ebrei che non vogliono imparare la lezzione dello Olocausto che e' che tutti devono essere buoni soprattutto con i palestinesi e i musulmani. Si potra' dire che la humanitah ha inparato la lessione di Ausciviss solo quando Israele non sara' piu' a maggioranza ebraica ed i profughi saranno tutti rientrati nelle loro case e gli ebrei fuori dalle palle perche' non sono indigeni e anche sono molto razzisti. E' per via che hanno una religione rassista e non piena di amore come il Christianesimo, ha spiegato il Maestro Leonardo. stei iumanne

domenica 22 marzo 2015

Noi siamo moderati

Si dice che i palestinesi non accettano compromessi e mediazioni. Ma e' falso, falsissimo. Noi Contadini della Galilea abbiamo imparato dalle nostre sconfitte e non vogliamo piu' cacciare gli ebrei, o buttarli a mare. Siamo disposti ad accettare che rimangano in Palestina, cittadini di uno Stato laico con legislazione ispirata alla Sharia, che li riduca a cittadini di seconda classe, che reprima duramente ogni loro movimento per i diritti civili, che imponga una tassazione doppia su di loro, che limiti soprattutto le quote di immigrazione. Lo vedete come siamo diventati moderati e ragionevoli? E soprattutto laici. E non lo volete capire, siete proprio dei fanatici ebrei. stei iumanne

venerdì 20 marzo 2015

pensierino

Io penso che un giorno del 1945 l'umanita' e' diventata tutta piu' buona, l'antisemitismo e' scomparso, quindi non c'e' bisogno che gli ebrei abbiano uno Stato, anzi devono smettere di fare i cattivi con gli arabi in Palestina, che e' non e' casa loro, ma araba da millenni prima che nascesse Gesu' Cristo.
Tutti questi discorsi dull'antisemitismo sono parte di una congiura dei mass midia che vogliono far credere che di uno Stato ebraico c'e' bisogno, e cosi' vogliono togliere l'acqua ai palestinesi
stei iumanne

Moni Ovadia su Tunisi


Davanti alle immagini di orrore che ci vengono dalla Tunisia, dove un gruppo di terroristi ha assaltato uno dei simboli piu' belli della civilta' Mediterranea, dove la furia iconoclasta e fanatica degli integralisti si e' scatenata contro le cose e le persone, dove e' stato versato sangue di innocenti, dove sono morte piu' di venti persone, una domanda angosciante sorge ed esige una risposta netta ed inequivocabile:

cosa possiamo fare per accusare Israele anche di questo? 

giovedì 19 marzo 2015

Tema di allievo del Maestro Leonardo Trondelli

La pace

La pace e' una bella cosa che purtroppo in Medio Gnoriente non c'e' per colpa degli ebrei che c'anno il privilegio di avere uno Stato, che questo significa che un professorino italiano puo andare nello Sdraele e diventare cittadino, togliendo l'acqua alle generazioni di contadini della Galilea che sono stati espelluti dalle loro terre che coltivavano con amore e pasiensa.
Questo e' ingiusto e comunque prima o poi finira tutto perche come ci ha spieghato il Maestro Leonardo Trondelli oggi, nello Sdraele c'e' una crisi ecoonomica quarantennale, che poi comunque lui non ci ha fatto vedere i dati, perchee l'hora era finuta e ci era da parlare d'altro.

domenica 15 marzo 2015

#askHamas

Poteva andare meglio, vi diro'. Hamas, sapete: quella organizzazione di beneficienza che aiuta le vedove e gli orfani, aveva pianificato questa campagna su Twitter, per mostrare di non essere da meno di quei maledetti sionisti che rubano l'acqua a noi Contadini della Galilea con le loro start up costruite con il sangue di bambini arabi e il culo di maturi palestinesi.
Beninteso, i piu' sensibili e intelligenti ed illuminati e laici italiani lo sapevano gia': Hamas e' speculare ad Israele 

infatti nella Palestina governata da Hamas ci sono politici ebrei, giudici ebrei, quotidiani in ebraico e gli ebrei sono liberi di praticare la propria religione. Davvero, proprio come i musulmani in Israele. 
E peraltro, come ci sono militanti di Hamas che attaccano istituzioni ebraiche in Europa, sapete benissimo che i musulmani in Europa vengono perseguitati da Israele, per questo -poveri musulmani- sono costretti a entrare in negozi kasher e fare fuori i clienti (anche se, si sa, non hanno mai incontrato un ebreo in vita loro)

Dicevo, la campagna era pronta. C'era anche lo hashtag #askHamas. Che mica siamo lo ISIS, noi. Loro vogliono uno Stato islamico, anche noi vogliamo uno Stato islamico, loro arruolano bambini anche noi arruoliamo bambini, come vedete c'e' una enorme differenza, loro usano Twitter, anche noi usiamo Twitter!
Purtrpppo lo hashtag #askHamas e' stato adesso occupato dai sonisti. Ecco quel che si trova:





Avete visto che orrore, che scempio, che crimine contro l'umanita', che balsfemia? Osano menzionare persino Vittorio Arrigoni, osano chiedere a Hamas cosa ne e' stato, lo chiamano paisa', offendono le sue radici cattoliche e contadine...

Bisogna purtroppo concludere che questo maledetti sionisti non hanno rispetto per i martiri, non hanno rispetto per i bambini morti, non hanno rispetto per la nostra lotta, non hanno rispetto per Twitter, non hanno rispetto per noi poveri contadini a cui hanno tolto tutto (la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di little toni...), insomma per dirla in parole povere, perche' io sono rimasto povero e  mi hanno tolto tutto, questi sionisti sono proprio degli ebrei!






sabato 14 marzo 2015

Aiutiamoli a casa loro

Non capisco perche' gli ebrei, per sfuggire alle persecuzioni, debbano per forza andare in Israele.
Non possono rimanere in Francia e Ucraina e lottare assieme a tutti contro il razzismo? Se poi ne muore qualcuno, potrebbe certo aiutare la causa, perche' le potenti lobby ebraiche interverrebbero in loro favore
Il mio motto e': aiutiamoli a casa loro, perche' io sono di sinistra.
stei iumanne

venerdì 13 marzo 2015

L'occupazione dell'ebraico

Gli ebrei sono definiti dalla loro religione, quindi che cosa e' questa cosa strana che esiste una lingua che si chiama ebraico, dico io: esiste per caso una lingua che si chiama cattolico? una lingua che si chiama sunnita? Ovviamente no. Quindi come mai gli ebrei hanno una lingua loro? A chi la hanno rubata? Non e' che vista la loro abitudine, hanno occupato qualche dizionario e grammatica e cacciato le parole originarie, e preso le loro fonti di acqua? Non e' che hanno costruito una lingua e una letteratura con il culo degli altri?
stei iumanne

giovedì 12 marzo 2015

Giornata della donna?

L'otto marzo e' una invenzione di zoccole femministe e lesbiche che vogliono convincere le contadine dell Galilea che in Israele le donne se la passano meglio di loro, solo perche' possono votare e avere il divorzio, che tutti sanno e' roba inutile che distrugge la antica civilta' contadina della Galilea, perche' e' parte dell'invasione sionista. Cosa c'e' infatti di meglio per una donna che essere una delle molte mogli di un eroico combattente palestinese mantenuto da aiuti internazionali e servito da molti volontari? Vorrete mica dire che la vita in Israele e' migliore per una donna! Lo sapete che in Israele le donne possono portare la minigonna o i jeans attillati? Che scempio, che schifezza! Pensate al grande rispetto per le donne che abbiamo noi in Galilea, dove sempre piu' sono le donne che scelgono il burka!
stei iumanne

matrimoni tra ebrei

Questa faccenda degli ebrei che si sposano tra di loro andrebbe fermata, perche' in questo modo favoriscono la diffusione del razzismo contro di loro. Non e' che si potrebbe obbligare le donne ebree a sposare dei musulmani? Faciliterebbe moltissimo l'integrazione e poi sappiamo bene che il maschio arabo e' focoso e sa soddisfare quella zoccola ebrea molto meglio dei piselli circoncisi degli ebrei. Non sono razzista, e' la verita'. Perche' altrimenti non si capisce come mai in Israele cosi' poche donne sposano ebrei.  Evidentemente gli uomini ebrei ce lo hanno troppo piccolo.
stei iumanne

mercoledì 11 marzo 2015

le elezioni in Israele

Le elezioni in Israele sono truccate, perche' tanto vincono sempre i sionisti, questo si deve al fatto che purtroppo la minoranza araba non puo' mai avere la maggioranza dei seggi, e poi la chiamano democrazia! Ma io dico, fino a quando gli ebrei son maggioranza non ci sara' mai una vera democrazia, per questo bisogna fare rientrare tutti i profughi che da sempre DA SEMPRE aspettano di rientrare nelle loro case, cosi' finalmente gli ebrei saranno minoranza e avremo una vera democrazia.

steiumanne

martedì 10 marzo 2015

la crisi economica

Israele e' in una profonda crisi economica. Pensate che fonti governative prevedevano una crescita del  PIL del 2.8% e invece cresce del 3.5 % . Il tasso di disoccupazione cade dal 6.9% al 5.2%, tutto questo significa, come vedete, che lo Stato ebraico e' destinato a finire presto, perche' mica possono andare avanti tutto il tempo a rubare acqua e terra a noi poveri contadini della Galilea, questi ebrei che costruiscono il socialismo con il nostro culo. E io lo dico ma mi dicono che sono antisemita e che mi rode il culo, ma non e' mica vero, io voglio solo che lo Stato ebraico finisca cosi' gli ebrei non avranno piu' un posto per rifugiarsi e il mondo finalmente sara' un posto migliore
stei iumanne

domenica 8 marzo 2015

50 anni fa, una tragedia

Una tragedia di cinquata anni fa. Un povero contadino lituano, che per ragioni umanitarie viveva in Sudamerica, e' stato ucciso in un crudele agguato perpetrato da pazzi criminali sionisti, che adorano un Dio che ti fulmina alla minima trasgressione e non sono quindi capaci di perdonare quello che e' successo.
 Che poi bisogna vedere se e' successo davvero, infatti nei libri che studiamo noi Contadini della Galilea c'e' scritto che non e' mica vero che cosi' tanti ebrei sono stati uccisi. Purtroppo questo Stato dominato da elettori razzisti che si chiama Israele fa una continua guerra a bassa intensita' contro il resto del mondo.
 Come parte di questa guerra continua, se ne vanno in giro per il mondo a dare la caccia a quelli che loro considerano nazisti e che avrebbero commesso dei crimini, che come ho detto sono tutti da dimostrare.
Non sono proprio capaci di perdonare.
Certo il mondo sarebbe un posto migliore se questo Stato non esistesse, e i cosiddetti criminali nazisti venissero processati da Paesi non ebraici, che sanno praticare giustizia e non vendetta, perche' non seguono quella Legge ebraica scolpita nella pietra.
Certo, se non ci fosse quello Stato, ci sarebbero dei criminali nazisti in liberta' ma quale e' il problema? Bisogna perdonare. E bisogna anche far pagare agli ebrei il crimine di aver fondato uno Stato ebraico, corrompendo persino l'ONU e cacciando dodici milioni di profughi che adesso aspettano da sempre di tornare e non possono perche' ci sono dei fanatici che pretendono che dopo aver ucciso degli ebrei uno non possa tornare alla sua vita normale.
Cercano sempre di avere dei privilegi, questi ebrei, anche da morti.
stei iumanne


otto marzo

Per la giornata internazionale della donna, ricordiamo la sofferenza delle contadine di Galilea che vorrebbero tanto essere sposate ai loro mariti ciascuna assieme ad altre tre mogli, che vorrebbero un uomo che le picchia e le tiene al loro posto, che vorrebbero venire infibulate perche' quella e' la tradizione e la tradizione va mantenuta, ma purtroppo, da quando esiste il colonialismo sionista, tutto questo e' illegale, perche' i sionisti cercano di fare i socialisti con il culo degli altri e esternalizzano i conflitti interni, dovuti alla crisi economica cinquantennale, che e' perche' non c'e' acqua, che la danno agli ucraini che dovrebbero restarsene a casa loro
 stei iumanne

 35% di donne sposate palestinesi subiscono violenze dai loro mariti.
Secondo l'UNICEF, nota organizzazione sionista, due terzi delle vittime palestinesi nel 2000 erano donne uccise da propri parenti.
Nella legislazione palestinese, un uomo che uccide una donna per difendere l'onore familiare riceve una condanna a sei mesi. Se e' il marito, viene assolto. Una meravigliosa armonia nei rapporti tra i generi, che gli invasori sionisti hanno distrutto.
Speriamo che ritorni presto, quando gli ebrei se ne saranno andati e tutti quanti saremo piu' UMANNE.

sabato 7 marzo 2015

Oggi il maestro Leonardo ci ha spiegatho che in posti come Francia e Germania e' difficile per i brei andare in giro con il loro buffo copricapo rotundo, e che questo e' belo e molto giusto perche' significa laicissassione come che quando ci sono le bestemmie incise in sopra le panchine. Certi brei poi che non ne possono piu' di questo idilio di pace laica tra le rasse, scelgono di andare in lo Sdraele che e' un posto bruto dove loro sono privilegiati, e costruiscono il socialismo con il culo degli altri, ma tanto poi arriva la crissi economica trentennale e i misili kassam che pero' non sono pericolosi, e insoma i brei che vano in Sdraele invece che stare in Europa secondo il maestro Leonardo sbagliano tutto perche' e' meglio per i brei rimnanere in posti dove tutti ci vogliono bene come l'Ucraina, e lui infatti ce lo dice a tutti gli amici ebrei che ha, quando li trova Stei iumanne

Professor Leonardo Tondelli: Il culo degli altri


Complimenti al professor Leonardo Tondelli, che qui ha spiegato che in Israele si costruisce il socialismo con il culo degli altri. 



stei iumanne



venerdì 6 marzo 2015

Lo Sdraele

Oggi il Maestro Leonardo ci ha spiegato che lo Sdraele e' un posto brutto dove gli arabi sono schiavi dei brei come nella antica Sparta che facevano la guere anche se i vicini volevano la pacie che sarebbe proprio il caso come in Sdraele che i vicini hanno solo ntenzioni pacifiche pero purtroppo i brei che stanno dentro Sdraele ci hanno la crisi conomica, e le tensioni interne quindi fanno la guerra perche' fanno anche i socialisti con il culo degli altri.
Sarebe belo se i brei di tutto il mondo rinuncierebbero ad averci uno Stato e tornassero ospiti di noi non ebrei che siamo piu' buoni e laici di loro. In questo modo i Palestinesi avereebbero la pace e il mondo sarebbe piu' buono, purtroppo su l'Internet c'e' tanta gente che non lo capisse e alora il Maestro Leonardo ci resta male.
stei iumanne

Ma Lia, perche'?

Ieri sera ho riaperto l'account di Facebook, stamattina Facebook me lo ha chiuso. C'e' qualcuno che ha protestato.
Ieri ho anche ripreso a postare sul blog, e guardate qui chi mi fa l'onore di visitarmi.
E dire che le avevo chiesto amicizia, si sara' mica offesa?
Perche' non vuole essere amica di me, che sono un Contadino di Galilea? Mi disprezza perche' sono un Contadino? Ma io non lavoro la terra, il mio lavoro e' la rivoluzione dei popoli oppressi contro l'imperialismo americano guidato dai sionisti! Non so coltivare la terra, ho solo studiato Paranoia e Vittimismo alla Universita' di Terrorismo Applicato "Fidel Castro".
Perche', Lia, non mi vuoi?
Ma ho un terribile sospetto. Una persona che odia cosi' tanto noi Contadini della Galilea deve avere delle motivazioni ideologiche... E se fosse sionista? O, peggio, ebrea? E' un dubbio legittimo, a questo punto.
Certamente e' una donna.
E allora, che vi devo dire, guardate che disastro ha combinato. Togliere la dimora a un contadino... Mah, si vede che ci sono buone ragioni per tenere le donne lontano da Internet e dalla politica, come facciamo noi progressisti laici e democratici della grande nazione di Palestina. Le donne non possono discutere, molto semplice, e nemmeno sanno scegliersi le amicizie, per questo bisogna proteggerle.
STEI IUMANNE

Oggi il professor Leonardo ci ha fato una lessione sui giovini delle pariferie franciose, che sono tuti bravi ragassi che non hanno mai visto un breo in vita loro. Vengono tuti da posti come la Lgeria, il Maroco, la Tunisia, o meglio i loro ghenitori sono nati proprio la', dove ci erano dei brei, poi succede che i brei sono arivati in Francia e hanno come sempre sucede invaduto la tera altrui, colonizzato, sporcato la acqua e quindi adesso vivono in case piu' belle di quelle dei poveri bravi ragassi delle periferie musulmane, io penso che non e' giussto e che anche io se fossi come che sono loro, poveri sfortunati musulmani, pure io prenderei  la pistola e ndrei ad ammassare qualche breo, pero' non li ho mai visti e alora entro in un negozio kasser e ucido qualche cinese, che poi cosi' si fa giustissia anche per i morti in Palestina
stei iumanne

giovedì 5 marzo 2015

si prendono gioco del nostro dolore

I mass media sono in mano ai sionisti, e questo lo sanno tutti. Per questo noi Contadini della Galilea veniamo diffamati e offesi ogni giorno, infatti se notate i telegiornali non parlano mai di noi, ma proprio mai.
Ora ho scoperto che esiste questo cartone animato, che e' una feroce offesa alla nostra sofferenza e al nostro dolore, si prendono gioco del fatto che noi Contadini della Galilea siamo costretti a utilizzare armi rudimentali, poco piu' che petardi, per avere indietro la nostra terra, che e' stata invasa da questi personaggi con il naso adunco becco che scorrazzano liberamente sulla terra che una volta era nostra.
Pensate che faccia tosta, che crudele indifferenza, si prendono gioco di noi ed insegnano ai bambini ad odiarci.
Ma io mi chiedo, quando finira' tutto questo?