I sionisti mi han portato via tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di littletoni, la moglie... mi hanno ammazzato anche il maiale! E c'erano tanti maiali liberi, nella libera terra islamica di Palestina, prima che arrivassero i sionisti a massacrarli, grufolavano liberi e selvaggi...

domenica 8 marzo 2015

otto marzo

Per la giornata internazionale della donna, ricordiamo la sofferenza delle contadine di Galilea che vorrebbero tanto essere sposate ai loro mariti ciascuna assieme ad altre tre mogli, che vorrebbero un uomo che le picchia e le tiene al loro posto, che vorrebbero venire infibulate perche' quella e' la tradizione e la tradizione va mantenuta, ma purtroppo, da quando esiste il colonialismo sionista, tutto questo e' illegale, perche' i sionisti cercano di fare i socialisti con il culo degli altri e esternalizzano i conflitti interni, dovuti alla crisi economica cinquantennale, che e' perche' non c'e' acqua, che la danno agli ucraini che dovrebbero restarsene a casa loro
 stei iumanne

 35% di donne sposate palestinesi subiscono violenze dai loro mariti.
Secondo l'UNICEF, nota organizzazione sionista, due terzi delle vittime palestinesi nel 2000 erano donne uccise da propri parenti.
Nella legislazione palestinese, un uomo che uccide una donna per difendere l'onore familiare riceve una condanna a sei mesi. Se e' il marito, viene assolto. Una meravigliosa armonia nei rapporti tra i generi, che gli invasori sionisti hanno distrutto.
Speriamo che ritorni presto, quando gli ebrei se ne saranno andati e tutti quanti saremo piu' UMANNE.

Nessun commento:

Posta un commento