I sionisti mi han portato via tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di littletoni, la moglie... mi hanno ammazzato anche il maiale! E c'erano tanti maiali liberi, nella libera terra islamica di Palestina, prima che arrivassero i sionisti a massacrarli, grufolavano liberi e selvaggi...

lunedì 27 aprile 2015

Che popolo razzista

Hanno subito un genocidio; e questo genocidio si sarebbe potuto evitare se avessero avuto uno Stato. Ma vi sembra questa una ragione per dare uno Stato a questa gente? Uno  Stato in cui puo' immigrare chiunque, ma esiste un canale privilegiato per chi appartiene a una determinata confessione religiosa.
Io lo trovo una profonda ingiustizia.
E anche un vero pericolo per la pace, infatti quello Stato e' collocato in una zona esplosiva, contesa tra diverse potenze, carica di tensioni inter-etniche. E di quello Stato sono cittadini pure molti che non appartengono a quella minoranza.
Inoltre il diritto di quella minoranza ad immigrare, stabilito da una legge discutibile sotto il profilo morale, pone a rischio gli equilibri mondiali e le risorse naturali che, diciamolo, non sono affatto infinite e anzi da quelle parti scarseggiano.
Ma soprattutto l'esistenza di quello Stato e' una profonda ingiustizia.
Decisamente gli armeni hanno troppi privilegi.
Pure gli ebrei, eh. Infatti noi ce la prendiamo con armeni ed ebrei, allo stesso identico modo, impiegando le stesse energie, in base agli stessi identici principi morali, legali ed umanitari.
Mica potete accusarci di avere dei pregiudizi! (e poi noi siamo di sinistra, non possiamo avere i pregiudizi che hanno i plebei come voi)

giovedì 16 aprile 2015

Come dice il Maestro Leonardo Trondelli, gli islamici che vivono tra di noi possono essere offesi dalle caricature di Maometto. Quindi per poter avere convivenza con loro, dovremmo smetterla di offendere il Profeta. Pero' si deve continuare a disegnare ebrei con il nasone, perche' cosi' li si aiuta a sdrammatizzare l'Olocausto e a vivere in modo piu' iumanne 

stei iumanne 

mercoledì 15 aprile 2015

Ebrei e gay

Ebrei e gay sono proprio uguali. Dicono di essere perseguitati, ma tutti gli ebrei che conosco sono ricchi e potenti, e cosi' pure gli omosessuali. 
I veri perseguitati siamo noi, contadini eterosessuali della Galilea. Dico eterosessuali perche' da noi froci non ce ne sono, e chi prova a portare quella perversione da americani tra di noi prende giustamente un sacco di pacifiche e nonviolente legnate. Che e' poi lo stesso modo in cui trattiamo gli ebrei, quando alzano troppo la testa e pretendono di avere uno Stato in cui sono maggioranza. Che e' una vera schifezza, pensateci: significa che quando ci sono ebrei che scappano da qualche parte, come succede perche' la gente non ne puo' piu' di loro,poi trovano automaticamente uno Stato che offre loro cittadinanza, invece di essere costretti come tutti a mendicare e a sperare nella bonta' dei non ebrei. 
Mi chiedo se sei milioni di morti sono serviti a qualcosa, se non a rendere questi giudei ancora piu' insopportabilmente arroganti
stei iumanne 

importanti distinzioni

E' il giorno della memoria della Shoah e quindi bisogna distinguere tra antisemitismo e antisionismo, perche' come tutti sanno ci sono ebrei che meritano di morire.
Bene ha fatto quindi il manifesto a pubblicare oggi uno speciale in memoria di Vittorio Arrigoni. Aiuta anche a preparare il corteo del 25 aprile, a cui non saranno ammessi i sionisti, ovvero la maggioranza degli ebrei.
Che se ci sono troppi ebrei significa che la lotta contro l'antisemitismo e' inutile. Per questo un vero antifascista deve opporsi al diritto degli ebrei di immigrare in Israele.
steiumanne

martedì 14 aprile 2015

I musulmani che vivono tra di noi possono essere offesi dalle bandiere israeliane, che a loro ricordano morti e massacri che subiscono dappertutto infatti come vedete per parlare della guerra a Gaza circolano foto scattate in Siria. 
Quindi si dovrebbe imporre agli ebrei di non esibire troppo la loro fedelta' ad Israele, che e' una cosa pericolosa per loro e per gli altri, insomma si dovrebbe incoraggiarli a smarcarsi
Perche' dopotutto si puo' essere ebrei anche senza alcun legame con Israele, ce ne sono molti di ebrei che sono d'accordo, ma non lo possono dire apertamente perche' i mass media sono in mano ai sionisti

stei iumanne 

lunedì 13 aprile 2015

Il Locausto


Come dice il Maestro Leonardo Trondelli, gli ebrei parlano sempre dello Locausto, perche' vogliono difendere i loro privilegi come la Legge del Ritorno, che serve a togliere la acqua ai poveri palestinesi, che delle loro disgrazzie infatti non parlano mai, ma proprio mai. 
stiumanne 

giovedì 9 aprile 2015

La manif. di ieri

E' in corso un massacro nel campo di Yarmouk a Damasco, dove dopo l'invasione delle truppe dello ISIS migliaia di palestinesi vengono decapitati, anche i bambini, e le donne violentate. Un orrore. Lo dicono anche i parlamentari arabi israeliani. In meno di due settimane sono morti piu' civili palestinesi a Yarnouk che a Gaza in un anno. 
Ecco,  a noi interessano davvero i diritti dei palestinesi e le vite dei palestinesi. E non e' vero che siamo solo alla ricerca di pretesti per attaccare Israele, per levare agli ebrei il loro diritto all'autodeterminazione. Per questo ieri c'e' stata una grande mobilitazione in tutte le capitali europee, con le piazze piene di militanti comunisti e antagonisti che chiedevano un intervento internazionale per salvare le vite dei palestinesi di Yarmouk, e di disarmare lo ISIS, le truppe di Assad, insomma gli assassini. 
Anche in Italia, ovviamente. C'era davvero un sacco di gente a questa manifestazione per i palestinesi. Perche', vedete, a noi interessano davvero i palestinesi, non e' che stiamo cercando pretesti per rendere Israele piu' debole e privare gli ebrei dei loro privilegi diritti, per esempio quello di trovare rifugio nell'unico Stato in cui sono la maggioranza. Quindi abbiamo convocato questa manifestazione, che devo dire ha avuto una enorme partecipazione, anche se come sempre i giornali non ne parlano, perche' sono tutti in mano agli ebrei, sionisti infatti se ci fate caso dei palestinesi non parlano mai, ma proprio mai. 
Dicevo, alla manifestazione di ieri, per fermare le violenze contro i palestinesi in Siria, violenze perpetrate dallo ISIS (che comunque e' una creatura dei sionisti) c'era davvero un sacco di gente, quindi come vedete non e' che il nostro interesse per i palestinesi e' solo strumentale per attaccare Israele (che comunque e' bene che diventi a maggioranza araba subito) e gli ebrei, a noi davvero interessano le vite e i diritti dei palestinesi. E alla manifestazione, mi dicono, c'era un sacco di gente. 
Io no.
Io no, perche' vedete e' un casino, dovevo portare fuori il cane, che poi ha fatto la cacca e allora dovevo pulire ma per colpa di Israele non si trovano mai i bidoni, poi ho riportato il cane a casa ma mi ha telefonato la fidanzata che dice che la trascuro perche' sono ossessionato da questa storia della Palestina  e allora abbiamo litigato, e poi fatto pace, e comunque poi siccome una cosa tira l'altra ho dovuto parlare anche con sua madre, che e' mia suocera, poi il cognato ha attaccato bottone, ma io ero li' che alla manifestazione ci volevo andare davvero, anche se poi ieri c'era la finale di coppa, quindi ci siamo messi li' a commentare, comunque quando poi ho finito la conversazione, sono uscito per andare alla manifestazione contro Israele il massacro di palestinesi ma e' successo che non trovavo piu' la macchina, compagni con questa storia dei parcheggi e della pulizia delle strade a giorni alterni non si capisce piu' niente, io per esempio non ricordavo piu' dove era la macchina e ci ho messo fai dieci venti munuti a cercarla e quando la ho trovata, ci credete, c'era una gomma a terra, saranno stati sicuramente degli ebrei, ma guarda te, ma ti dico che davvero volevo venire alla manifestazione, perche' io ai diritti dei palestinesi ci tengo, te lo dico, quindi ho detto prendo il tram, ma cazzo non arrivava mai, qualche ebreo lo avra' occupato,  quindi ho detto prendo la metropolitana, anche se mi tocca pagare il biglietto, perche' quelli dei trasporti sono dei rabbini ma poi in metropolitana ho visto una cosa strana, tipo una luce in un angolo, e mi sono avvicinato, e poi e' successo che mi hanno rapito gli alieni, mi hanno portato sulla loro astronave sionista, mi hanno addormentato e dopo un paio di ore mi sono svegliato che ero al capolinea, ma non della linea della metropolitana che passa sotto casa mia, quell'altra e mi mancava un rene che sara' certo stato venduto dagli israeliani quindi prendere l'altra linea e' stato un casino, sono uscito, ho sono rientrato, ma proprio appena prima di passare il mezzanino e' successo che un alligatore bianco e' sbucato dalla fognatura, ti dico, sai gli alligatori bianchi nelle fogne di New York, ecco, preciso uguale, ma guarda io volevo davvero venire alla manifestazione contro il massacro di Yarmouk, perche' non e' che sono alla ricerca di pretesti per levare agli ebrei un diritto riconosciuto anche dall'ONU, no, a me interessa davvero la soluzione pacifica e ragionevole del conflitto, che si puo' ottenere solo mandando gli ebrei fuori dai coglioni, io tengo moltissimo ai diritti dei palestinesi, infatti a quella manifestazione ci tenevo moltissimo, poi purtroppo, sapete, per via di quell'alligatore bianco...
Oh, ma comunque sono sicuro che c'era un sacco di gente. E sabato, ricordate, presidio per la Palestina davanti alla sinagoga. I compagni della CGIL portano le bare. Mica per gli alligatori, no. Per gli ebrei. Bare piccole, a misura di bambini . Bambini ebrei, esatto, come a Roma nel 1982. 
Perche', sapete, per noi sono davvero importanti i diritti dei palestinesi. 

mercoledì 8 aprile 2015





Editoriale di Gad Lerner


Tragiche notizie vengono dal campo palestinese di Yarmouk, in Siria, che i miliziani dello ISIS hanno conquistato. Migliaia di bambini sono intrappolati, senza acqua ne' medicine.  Si teme per la vita di decine di migliaia di palestinesi, mentre nel campo guerriglieri palestinesi e truppe dello ISIS si combattono casa per casa. Fonti palestinesi parlano di decine di decapitazioni e centinaia di prigionieri. 

Di fronte a questo dramma che si consuma davanti ai nostri occhi, che sollecita le coscienze dell'Occidente, noi di sinistra siamo obbligati a sollevare un angoscioso interrogativo: 
come possiamo incolpare Israele anche di questo? 

martedì 7 aprile 2015

Caro amico ebreo, io non ho mai capito perche' porti la bandiera della Brigata Ebraica quando c'e' il corteo del 25 aprile, sanno tutti che la Brigata Ebraica era un reparto delle SS e che le vere vittime dell'Olocausto sono stati i palestinesi, nonostante la loro eroica resistenza contro l'imperialismo americano, che hanno combattuto sotto la guida del Mufti' di Gerusalemme.
Per questo ho sempre considerato un po' fuori posto le bandiere di Israele, che e' una democrazia, durante la manifestazione del 25 aprile, ci sta proprio male accanto alle bandiere di Paesi totalitari come Cuba, URSS e Siria. 
Vedi, amico ebreo, e' certo possibile per te partecipare al corteo del 25 aprile, ma perche' devi farlo con la bandiera di una entita' ebraica? Perche' proprio il 25 aprile devi ricordare al mondo questo fatto sconveniente della tua religione, che e' un po' buffa, e la tua ridicola appartenenza a una comunita' che comprende usurai assassini ed imperialisti? 
Quando in Polonia c'era il comunismo, i turisti venivano portati a visitare Auschwitz, e giustamente le guardie elencavano i morti secondo la loro appartenenza nazionale, questo perche' noi siamo -come sai- internazionalisti. Quindi le guide spiegavano che le vittime erano russi, polacchi, rumeni, ucraini, estoni... ma non dicevano certo l'inutile dettaglio che si trattava di ebrei. Sai, quando c'era il comunismo le religioni non c'erano, quindi era inutile menzionare la religione delle vittime, e non si perdeva tempo a pensare all'ebraismo e al fatto che quelle persone erano morte perche' ebree. Dai, suvvia, non perdiamo tempo con questa storia, che il tempo e' denaro e tu, amico ebreo, sai bene quanto e' prezioso il denaro, c'e' mica scritto nella tua Bibbia? 
steiumanne 

lunedì 6 aprile 2015

Tema. L'antisemitismo

Oggi a scuola abbiamo studiato l'antisemitismo, cioe' che gli ebrei sono sfortunati e se la sono cercata ad andare a stare in un pezzo di Medio Oriente che il Maestro Leonardo ci ha spiegato che non c'e' posto per loro. Dice anche  che se qualcuno vuole uccidere gli ebrei la cosa migliore da fare e' che gli ebrei aspettano con pazienza che viene qualcuno a liberarli, perche' se no finisce l'acqua in Palestina, e che poi mica possono aspettare che si cambiano le leggi per loro, che sarebbe un privilegio molto ingiusto

stei iumanne

#steiumanne



Paola Caridi, perche' mi blocchi?

Sono stato bloccato, dalla esimia autrice di eccellenti studi su organizzazioni emarginate e povere, di cui non parla mai nessuno. Ma perche' e' cosi' razzista e islamofoba contro di me? Non sara' mica sionista, eh?







Ora non potro' piu' leggere i suoi preziosissimi post, in cui diffonde le sue conoscenze con molta calma e professionalita'! Vabbe', me ne faro' una ragione....
Anche se, devo dirvi, nella mia infanzia in Galilea ho imparato a non fidarmi troppo di queste donne che girano senza velo... Sono un po' immature e vanno aiutate a coprirsi, per il loro bene, ovviamente.
stei iumanne








Le terribili notizie che giungono da Gaza, dove uno dei leader di Hamas e' stato decapitato dai militanti dello ISIS, ci obbligano a una profonda riflessione e devono motivare la nostra mobilitazione.
Appuntamento quindi per una grande manifestazione contro Israele e l'espansionismo sionista, per il diritto al ritorno dei profughi e la abolizione dei privilegi ebraici in Europa. Ci troviamo davanti alla sinagoga oggi alle 15.00, una delegazione della CGIL ha assicurato la propria partecipazione.
Porteranno bare vuote, come a Roma nel 1982.
stei iumanne.

giovedì 2 aprile 2015

Moni Ovadia su Pesach


Domani sera gli ebrei di tutto il mondo si ritroveranno nelle loro ricche e lussuosissime case e canteranno "l'anno prossimo a Gerusalemme".
 Questo non aiuta certo la pace e la riconciliazione con i palestinesi, legittimi abitanti della Citta' Santa, cacciati dalle loro case, che per colpa dell'invasione sionista hanno perso tutto proprio tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di Little Tony, la moglie. e pö cus’è? ...un figlio militante! Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh......gli hanno ammazzato anche il maiale! Pover Tundell! ...nel senso del maiale!