I sionisti mi han portato via tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di littletoni, la moglie... mi hanno ammazzato anche il maiale! E c'erano tanti maiali liberi, nella libera terra islamica di Palestina, prima che arrivassero i sionisti a massacrarli, grufolavano liberi e selvaggi...

sabato 11 luglio 2015

Da l'Unita' di domani

L’Egitto resiste. Resiste alla continua guerra che Israele muove contro l’intero mondo civile. Resiste ai ricatti degli ebrei che vogliono riscuotere la libbra di carne da poveri pensionati tedeschi che ai tempi di Nasser (che laicamente Dio lo abbia in gloria) trovarono rifugio al Cairo. Resiste a questa strategia della tensione, culminata in un attacco sionista alla nostra ambasciata, con tempistica accuratamente calcolata per fare cadere la colpa su qualche sparuto gruppo della sempre piu’ marginale, isolata e pacifica galassia islamista. Contro tutto questo, l’Egitto resiste. 
La Comunita’ palestinese in Italia invita a una manifestazione di solidarieta’ con il popolo egiziano, contro le pressioni israeliane per far degenerare il conflitto. 
Appuntamento davanti alla sinagoga. I compagni della CGIL porteranno bare vuote, come d’abitudine per esprimere, come nel 1982, una speranza di pace e di giustizia. 
Giovanni de Umbertangeli 

Nessun commento:

Posta un commento