I sionisti mi han portato via tutto, la casa, il cascinale, la mucca, il violino, la scatola di cachi, la radio a transistor, i dischi di littletoni, la moglie... mi hanno ammazzato anche il maiale! E c'erano tanti maiali liberi, nella libera terra islamica di Palestina, prima che arrivassero i sionisti a massacrarli, grufolavano liberi e selvaggi...

mercoledì 9 marzo 2016

Con riferimento a illazioni apparse recentemente negli organi di stampa, il Caro Leader, Faro dell'Enologia Europea, Suprema Guida in Barca a Vela, Sole del 21esimo secolo, Presidente della Fondazione ItalianiEuropeiIsraelianiFuoriDallePalle, senatore Massimo Dalemullah dichiara quanto segue:
Non corrisponde al vero che io abbi attribuito a Matteo Renzi alcuna appartenenza ad alcun servizio segreto. Esprimo la mia preoccupazione per la circolazione, evidentemente ordita dai servizi segreti israeliani, di queste voci, poi fatte rimbalzare dalle solite quinte colonne sioniste che rendono difficile, arduo e pericoloso l'impegno costruttivo per la pace in Medio Oriente che ha caratterizzato gli anni del mio governo. 
In detto periodo ho infatti incontrato ministri di un partito perfettamente legittimo, Hezbollah, che svolge una importante azione di contenimento dei piani israeliani descritti nei Protocolli dei Savi di Sion. Ho anche incontrato esponenti israeliti, come Abraham Levy, scopacessi all'aeroporto di Damasco. 
Mi è grato ricordare l'importante ruolo che svolge il signor Levy, prova che in Siria gli israeliti non sono affatto perseguitati e possono accedere a professioni di enorme prestigio, quale pulire le toilette utilizzate da importanti personalità come il sottoscritto. Non è quindi vero che gli israeliti siano perseguitati dal regime di Assad, come vi fa credere la solita stampa in mano ai noti usurai di Wall Street, nessuno di loro cattolico, e non fatemi dire di più. 
Nel mio incontro con Abraham Levy mi sono fatto portatore delle posizioni della sinistra europea, comunicandogli di stare fuori dalla porta mentre io usufruivo del servizio igienico. "Fuori dalla porta", ripeto, quindi come vedete io sostengo il principio dei due Stati: uno per i palestinesi guidati dall'ANP, un altro per i palestinesi guidati da Hamas, e quanto agli altri, che hanno invaso la Palestina, se ne stiano appunto fuori dalla porta. 
Lo ho detto chiaramente ai leader di Hezbollah, lo ho detto allo scopacessi israelita, non sento alcun bisogno di incontrare esponenti del governo di Israele, che tanto -come Hezbollah e l'Iran hanno dichiarato- verra' presto scacciato e sostituito con uno islamista, del tutto in linea con la tradizione comunista di cui sono fiero portatore. 
Cordiali saluti, steiumanne


P.S. Dai per favore una occhiata a questo comunicato, se vedi la parola ebrei trova un sinonimo, senno' mi accusano ancora di antisemitismo. 

Nessun commento:

Posta un commento